fbpx

Come fare un trattamento corpo a base di sale dell’Himalaya

Apparecchiature Estetiche Professionali Vendita e Noleggio

Come fare un trattamento corpo a base di sale dell’Himalaya

Come fare un trattamento corpo a base di sale dell’Himalaya

Il sale dell’Himalaya, chiamato ”oro bianco” nel suo luogo d’origine, non è uno dei tanti sali grezzi che si trovano in commercio. È ricchissimo di sali minerali benefici per l’organismo umano, come il magnesio, lo zinco, ma sopratutto il ferro; e a differenza degli altri sali è completamente puro, non contaminato da sostanze inquinanti.
Grazie alle sue caratteristiche particolari questi minerale fa benissimo al corpo umano e viene impiegato in vari modi; nell’alimentazione, certo, ma anche per guarire dal mal di gola, o per fare trattamenti di bellezza. Vi spiegheremo in questo articolo come fare un trattamento corpo a base di sale dell’Himalaya: ci sono tre alternative.

Assicurati di avere a portata di mano:

  • olio essenziale di lavanda
  • un limone
  • una ciotola, un barattolo vuoto di marmellata (facoltativo)
  • uno yogurt piccolo
  • olio di jojoba o di mandorle dolci
  • sale dell’Hymalaia, fino o grosso
  • una vasca da bagno

Per fare uno scrub (adatto sia al viso che al corpo) vi serviranno: 10 cucchiai di sale himalayano, 4 cucchiai di olio di Jojoba (o di mandorle dolci), dell’olio essenziale di Lavanda, uno yogurt piccolo ed un limone.
Mischiate il sale, lo yogurt, l’olio di Jojoba, e 3 gocce di olio essenziale di Lavanda, aggiungete due cucchiaini di succo di limone e mescolate bene in una ciotola o in un piatto. Se non vi sembra abbastanza ripetete l’operazione fino ad ottenere una quantità che considerate adeguata.
Applicate lo scrub su pelle già umida e pulita e lasciatelo agire qualche minuto prima di risciacquare. Se avete la pelle particolarmente delicata potete sostituire al sale grosso quello fine.
Questo scrub è ottimo sia per favorire la rigenerazione cellulare che contro l’acne. Lo potete conservare per un po’ in un barattolo per la marmellata ed usare al massimo una volta a settimana. In alternativa prendete: 10 cucchiai di sale dell’Himalaya, delle alghe marine, qualche goccia di olio di Oliva, 3 cucchiaiate di farina d’avena e delle gocce di olio essenziale di Lemongrass.

Tritate bene il sale o usate quello fino e mescolate il tutto per ottenere un composto dall’aspetto abbastanza omogeneo. Come per l’altra ricetta, questo trattamento deve durare pochi minuti prima del risciacquo. A differenza dell’altro scrub questo non va bene per il viso, ma solo per la zona delle gambe; prima di pulirvi massaggiate la pelle con movimenti circolari ed energici. Gli scrub di cui ci siamo occupati fino ad ora non sono adatti ad un uso quotidiano; non si possono usare più di una volta a settimana se non si vuole correre il rischio di irritare la pelle.

Se desiderate qualcosa di più semplice e veloce, fatevi un bel bagno caldo con qualche goccia del vostro olio essenziale preferito e tre-quattro manciate abbondanti di questo sale. Prima di immergervi, aspettate qualche minuto e ricordatevi che l’acqua deve essere molto calda, per permettere ai cristalli di sciogliersi. Potete fare questi bagni tutti i giorni.
Dopo gli scrub come dopo il bagno vi consigliamo di usare dell’olio di mandorle dolci o una crema idratante.

Il sale e gli oli possono essere abbastanza costosi, è vero, ma questo non impedisce a questi trattamenti per il corpo fatti in casa di essere oltre che salutari abbastanza economici; infatti se userete il sale solo per lo scrub, con parsimonia, vi durerà a lungo e per i risultati ne vale la pena. Il sale Himalayano infatti oltre ad essere utile contro l’acne ed i segni dell’invecchiamento, aiuta a combattere la ritenzione idrica, i crampi e persino l’insonnia.
Il sale dell’Himalaya si trova facilmente nelle erboristerie, nei supermercati accanto al sale marino grezzo, nei negozi eco solidali e su internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.